Legge di Bilancio e Cedolare secca affitti brevi 2021: le novità

25.04.2021

La Legge di Bilancio permette di beneficiare della tassazione ridotta al 21% solo per quattro immobili affittati per breve periodo nel corso dell’anno, pertanto, in caso di locazione di più unità immobiliari oltre le 4, si prevede la presunzione di attività imprenditoriale, con l’obbligo conseguente di dotazione di partita IVA.

Di seguito il testo del comma 595, della Legge 30 dicembre 2020 n. 178 (cd. Legge di Bilancio 2021):

«Il regime fiscale delle locazioni brevi di cui all’articolo 4, commi 2 e 3, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n.  96, con effetto dal periodo d’imposta relativo all’anno 2021, è riconosciuto solo in caso di destinazione alla locazione breve di non più di quattro appartamenti per ciascun periodo d’imposta. Negli altri casi, ai fini della tutela dei consumatori e della concorrenza, l’attività di locazione di cui al presente comma, da chiunque esercitata, si presume svolta in forma imprenditoriale ai sensi dell’articolo 2082 del codice civile. Le disposizioni del presente comma si applicano anche per i contratti stipulati tramite soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, ovvero tramite soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di appartamenti da condurre in locazione».

Link Legge di Bilancio 2021

Sede Legale
© HOMELYFE S.R.L. - Cap. Soc. € 10.800 i.v.
Sede legale: Via Palestro 4, 20025 Legnano (MI) - IT
C.F. e P.IVA 11442670961 | REA n.: MI 2602758.